« Indietro

dicono di noi
01/03/2016
IL RUBINO

DA BASTIA UN PROGETTO PER IL NIGER

Nel comune di Tchintabaraden, nella regione nigerina di Tahoua, è stato condotto a compimento progetto di cooperazione "Abbanai dare a chi è senza. Un futuro per il popolo Wadabe". Il Gruppo di Solidarietà Internazionale era composto da Circolo Culturale “primomaggio” di Bastia, Ass. Assolint, dalla Cooperativa Asad, dal Comune di Perugia, con il cofinanziamento della Regione Umbria.
Il Circolo culturale bastiolo “primomaggio” ha avuto come partner l'associazione umanitaria Kaouritel, con sede a Niamey, capitale del Niger, e come obiettivo l’acquisto di animali, per i WoDaaBe, piccolo popolo di pastori nomadi a cui, a causa dei cambiamenti climatici, sono morte le mandrie di bovini.
La scelta su quali animali acquistare (tra dromedari, capre, asini) è caduta sulle capre perché estremamente resistenti a quelle condizioni climatiche, perché producono latte per l’alimentazione umana e perché si riproducono velocemente senza particolari esigenze alimentari. Sono stati acquistati circa 250 capi per soddisfare le esigenze di più famiglie, circa 60.
L’impegno per questo popolo risale al 2005 e ha già portato alla realizzazione di un pozzo d’acqua e di una piccola scuola (2 aule). A testimonianza di ciò più volte è stato presente in Umbria Ortoudo Bermo, rappresentante dei Wodaabe che è anche membro dell’Assemblea nazionale del Niger.
"In Niger - afferma Luigino Ciotti del circolo Primomaggio - abbiamo tenuto assemblee di villaggio ad Ajangafa e Tèkinewan per spiegare il progetto, ricevendo i ringraziamenti dei due capivillaggio Hidji Almokadi e Zoumou Baki, e verificato l’esistenza del pozzo e della scuola precedentemente finanziata. Una bella esperienza di solidarietà e cooperazione che ci ha permesso di conoscere ed apprezzare la cultura di questo piccolo popolo della brousse e in particolare abbiamo potuto assistere alla Cure Salée (Gerewol), la festa dei pastori nomadi e degli uomini celibi che ci ha positivamente colpito.

ADRIANO CIOCI